⁠div>
IL TERRITORIO

L’Alta Tuscia Viterbese e i suoi tesori

Il Podere di Marfisa è posizionato nell’Alta Tuscia viterbese, al centro di numerosi luoghi d’interesse culturale, storico, naturalistico ed enogastronomio, tra cui Vulci, Viterbo, il Lago di Bolsena, le Terme di Saturnia e Orvieto.

La Tuscia è un vasto territorio anticamente occupato dal popolo etrusco, di cui rimangono a testimonianza tombe e ritrovamenti archeologici, oggi custoditi nei musei civici degli attuali Borghi. La civiltà etrusca ha ispirato l’azienda agricola Terre di Marfisa nello scegliere i nomi per i suoi vini e il suo olio.

Farnese, nella provincia di Viterbo è un bellissimo borgo arroccato su una rupe tufacea. Le sue origini risalgono all’età del Bronzo e deve il suo nome attuale alla potente e nobile famiglia Farnese che qui visse e dominò, a partire dal 1537, con il Ducato di Castro e Ronciglione.

Oggi l’accesso al centro di Farnese è consentito dal passaggio attraverso la cosiddetta Porta Nuova da cui parte l’antico viadotto. Il borgo è caratterizzato da una via principale che gira esternamente intorno alla rupe, mentre all’interno si sviluppa un intreccio di vicoli e scorci suggestivi. Proprio le piccole vie della cittadina hanno consentito a Farnese di venire scelta, nel 1972, Luigi Comencini quale set cinematografico del film “Pinocchio”. I luoghi utilizzati per le scene sono ancora visibili seguendo l’itinerario “Pinocchio”.

La zona intorno a Farnese è ricca di fauna e di una splendida vegetazione; essa offre una delle più belle aree naturalistiche in cui si sviluppa il Parco Regionale della Selva di Lamone, con percorsi segnalati per poter ammirare le numerose specie animali.

A Farnese meritano una visita la Chiesa del SS. Salvatore, risalente al XVI secolo, dove al suo interno è possibile ammirare diverse opere tra cui la Messa solenne di Paolo III, attribuita ad Antonio Maria Panico; la Rocca, antica dimora dei duchi Farnese, costruita da Antonio da Sangallo il Giovane; la Chiesa di San Rocco, che custodisce una splendida tela seicentesca del Lanfranco, raffigurante Sant’Antonio da Padova.
A soli 5 chilometri da Farnese si trova Ischia di Castro, che fu il centro principale del Ducato Farnese. Qui si possono ammirare, nel Museo Civico, i resti e le testimonianze dell’antica vita etrusca e del ducato dei Farnese.
Testimonianze della vita passata si trovano anche nelle rovine di Castro, con la necropoli che ospita tombe risalenti al VI secolo a.C. e l’antica strada etrusca scavata nel tufo con pareti alte 20 metri.
Anche l’Eremo di Poggio Conte offre un percorso particolarmente suggestivo, lungo il quale sono visibili le incisioni, le pitture e i resti di capitelli, a testimonianza della vita dei monaci nel Medioevo.
Grotte di Castro, a circa 20 chilometri dal Podere di Marfisa, è un altro dei borghi medievali di origine etrusca arroccato sul tufo. Meritano certamente una visita la necropoli, la chiesa di Santa Maria del Suffragio, il Museo civico e il palazzo comunale disegnato dal Vignola.
Nel comune di Montalto di Castro, a 30 minuti di auto da Farnese, si trova il parco archeologico di Vulci, antica città etrusca abbandonata nell’VIII secolo a.C. I diversi percorsi presenti nella vasta area archeologica, si snodano all’interno di una riserva naturale protetta, offrendo uno spettacolo estremamente suggestivo. Nelle zona archeologica si ritrovano resti di case, affreschi, tombe, mentre tutti i reperti rinvenuti si possono ammirare nel Museo archeologico di Montalto.
A pochi minuti dal Parco archeologico si trova il parco termale, che vede la presenza di quattro grandi piscine estive, con temperature diverse attrezzate con lettini e ombrelloni.

IL LAGO DI BOLSENA

In pochi minuti da Farnese e dalle Terre di Marfisa si raggiunge il lago di Bolsena. Situato tra Lazio, Umbria e Toscana, esso costituisce un’interessante meta turistica e un punto di partenza per visitare i borghi medievali circostanti al lago, praticare sport e degustare i piatti locali a base di coregone, il tipico pesce di lago.
Nel borgo medievale di Bolsena si possono visitare il Castello Monaldeschi, il Museo con i reperti archeologici, la Collegiata di Santa Cristina, che ingloba quattro chiese di epoca diversa, e il sepolcro della Santa.
Capodimonte è un promontorio circondato dal lago di Bolsena, con un caratteristico borgo, il quale fece parte del ducato Farnese ed oggi è un’affascinante meta turistica.
Valentano, a 10 minuti di auto da Farnese e dalle Terre di Marfisa, si trova in posizione dominante tra il lago di Bolsena e il mare toscano. Qui, durante il ducato, furono costruite la Rocca e le chiese. Al termine del ducato la Rocca divenne un monastero per monache di clausura fino al 1930. Oggi la Rocca è un Museo e centro culturale per convegn

RICHIESTA INFORMAZIONI


Prima di procedere all'invio del presente form, ti invitiamo a prendere visione e a dare il consenso al Trattamento dei dati personali secondo quanto stabilito nella nostra Privacy Policy

Ho letto e acconsento